Le contratture e soprattutto i crampi, ovvero i due fenomeni più comunemente legati all’affaticamento del muscolo quando si fa sport, sono più frequenti in chi, per diversi motivi, non assicura ai muscoli tesi nello sforzo il giusto apporto di sostanze nutritive.

In termini generali occorre prestare particolare attenzione all’idratazione e alle scorte di carboidrati (il glicogeno accumulato nei muscoli e nel fegato).

Con l’attività fisica si possono avere abbondanti perdite di acqua attraverso la produzione di sudore, e meno significative perdite di sodio (il principale ione presente nel sudore).

Inoltre, anche il calcio, minerale fondamentale per la contrazione muscolare, e la Vitamina D che ne favorisce l’accumulo nell’organismo, svolgono un ruolo importante nella contrazione muscolare.

Dal punto di vista alimentare, quindi, appare importante attenersi alle indicazioni che consigliano una razione alimentare variata, con alimenti di stagione, cotture non molto elaborate, condimenti leggeri e preferenza per l’olio extravergine di oliva, meglio se a crudo.

La razione alimentare deve essere ricca di alimenti vegetali freschi e/o cotti, con prevalenza di carboidrati e buoni apporti di proteine, animali e vegetali.

La Dieta Mediterranea rispetta, in linea generale, i criteri della corretta alimentazione per gli atleti e gli sportivi in genere.

Contenuto realizzato con il contributo scientifico diSIMSE